Speciale  week end esperienziale «Natura AnimATA»

Una occasione unica  per entrare in contatto profondo con la Natura…

  • Attraverso esperienze di benessere e  creatività in Foresta col Forest Bathing, con la facilitazione di Benedetta Gardino
  • Grazie alla scoperta di affascinanti aspetti delle piante che incontreremo, narrati da Fulvio Anselmo
  • Per sentire e comprendere di essere parte di una meraviglia di relazioni , connessioni, evoluzioni … da esplorare e coltivare, anche in noi stessi, accompagnati da Alessandra Melucci

Una proposta speciale e  tutta da vivere.


Forest Bathing, Narrazioni sul mondo delle piante, Ecopsicologia

Per entrare in contatto con la Natura  attraverso esperienze di benessere e  creatività,  conoscere aspetti particolari e affascinanti del mondo delle piante e sentirsi parte di un meraviglioso insieme in relazione e evoluzione.


BENEDETTA GARDINO

  • VICE PRESIDENTE DELL’ ASSOCIAZIONE TUTELA AMBIENTE ATA
  • ISTRUTTORE DI FOREST BATHING E OPERATORE  DISCIPLINE BIO NATURALI-CSEN
  • GUIDA AMBIENTALE ESCURSIONISTICA-AIGAE PI679- ATTIVA NEL GRUPPO NATURALMENTE A PIEDI
  • MASTER UNIVERSITARIO IN GESTIONE DELLA SOSTENIBILITA’

    FULVIO ANSELMO

    • CONSIGLIERE  DELL’ ASSOCIAZIONE TUTELA AMBIENTE ATA
    • CO-FONDATORE DELLO STUDIO ANSELMO E ASSOCIATI OPERANTE NEL SETTORE  FORESTALE E AMBIENTALE
    • HA PRESIEDUTO L’ORDINE DEI DOTTORI AGRONOMI E FORESTALI DELLA PROVINCIA DI TORINO
    • LAUREATO IN SCIENZE FORESTALI E AMBIENTALI

    ALESSANDRA MELUCCI

    • MEMBRO ATTIVO DELL’ ASSOCIAZIONE TUTELA AMBIENTE ATA
    • ECOTUNER ISCRITTA AL REGISTRO DELL’ INTERNATIONAL ECOPSYCHOLOGY SOCIEY E GREEN COACH
    • GREEN TRAINER DELLA SCUOLA DI ECOPSICOLOGIA ECOPSICHE’
    • LAUREATA IN SCIENZE NATURALI

    Escursione a piedi

    Santa Cristina

    Antico e bellissimo santuario del ‘600 che sovrasta e divide la Val Grande dalla Val d’Ala. Lungo il percorso si incontrano anche la Cappella della “Madonna degli Angeli” e la “Cappella degli Appestati”. Quest’ultima deve il nome ad un’epidemia di peste che obbligò i fedeli ad assistere alle funzioni religiose sparsi nel bosco per non contagiarsi a vicenda.
    Discesa su Cantoira e ritorno a Ceres.
    Difficoltà: E
    Dislivello salita: 700 m. circa
    Tempo di percorrenza: 2 h 30 min.

    Escursione a piedi

    Madonna del Ciavanis (1880 m), Colle della Paglia (2151 m)

    Una meta classica delle nostre valli, con salita ad uno dei colli che separa le valli di Vassola e di Locana. Partenza da Vonzo. Dislivello ca 900 m, tempo di salita circa 3h30

    La sapienza della pelvi: un mondo tutto da scoprire

    Un percorso fatto di racconti, conoscenze, esercizi rivolto a donne e uomini per conoscere la propria pelvi e prendersene cura

    Oltre alla struttura e alle funzioni meccaniche, la pelvi, con le sue ossa e i suoi muscoli, rappresenta il
    mondo intimo femminile e maschile.


    Nella donna è il collegamento tra interno ed esterno: il centro di sessualità, fertilità, ciclicità,
    procreazione e nascita ed è quindi fortemente legato a emozioni, istinto, intuizione e accoglienza.
    E’ la parte più vulnerabile e allo stesso tempo più forte della donna.


    Nell’uomo, allo stesso modo sostiene e contiene gli organi viscerali, è la sede della sessualità e della
    fertilità, rapprenta il centro di coraggio, forza e risolutezza.


    La salute pelvica è importante per la qualità della vita sia femminile che maschile, nutre l’autostima, il
    senso di sicurezza e di fiducia.
    Nonostante la forza di queste strutture, nel corso della vita subentrano molte sollecitazioni, soprattutto
    nel corpo femminile.
    Fatica, stress, intensa attività sportiva, tosse, sternuti, sovrappeso, sedentarietà, gravidanza, parto,
    menopausa e andropausa, …. contribuiscono a sollecitare la funzionalità del pavimento pelvico, con la
    comparsa di manifestazioni come incontinenza lieve o grave, dolore nei rapporti sessuali, riduzione del
    desiderio e del piacere sessuale, fastidio e pesantezza, cistiti ricorrenti, prolassi, …


    Cosa fare per prevenire e prendersi cura di queste problematiche?
    – Migliorare il proprio stile di vita, sviluppando maggiore consapevolezza della propria pelvi, prendersi
    cura della colonna vertebrale e dei muscoli e anche delle vie respiratorie. Riconoscere eventuali
    sintomi, intensificare il tono di base e potenziare la tonicità funzionale del pavimento pelvico.
    – Alimentarsi adeguatamente.

    Il percorso “LA SAPIENZA DELLA PELVI: UN MONDO TUTTO DA SCOPRIRE”, condotto da Gaudenzia Caselli, ostetrica, e Sabrina Querella, insegnante di yoga, si prefigge di offrire gli strumenti per ottenere una migliore salute della nostra pelvi.

    Danza orientale

    Danza Orientale

    Docente di danza orientale: Chiara Spiga

    La Raqs Sharqi, o Danza Orientale, è antica quanto il mondo ed è sempre stata tramandata da madre in figlia.

    La sua tradizione ha origine nella notte dei tempi come danza rituale per celebrare la Vita e la Morte, per propiziare gli Dei e la fertilità della Grande Madre, la Terra. E’ quindi la testimone di un’antica civiltà matriarcale che riconosceva al Femminile tutta la sua potenza.

    Pur stravolta e snaturata dalle società patriarcali, l’ancestrale Danza della Vita è sopravvissuta in forme e sembianze diversificate in molti luoghi. Ha attraversando lo spazio e il tempo; ha subito lunghi e insidiosi cambiamenti che ne hanno mutato le finalità. Tuttavia, ancora la si ritrova in quell’insieme di danze arabe che includiamo sotto il nome generico di Danze Orientali. Le donne arabe hanno custodito e tramandato questa antica danza come espressione di gioia e di libertà. In Egitto, capitale dell’Impero Ottomano, essa ha raggiunto una grande fioritura artistica.

    La forma tradizionale (folcloristica e colta) è stata sempre più offuscata dalla “danza del ventre“, nata all’inizio del ‘900 nel Cabaret come danza di seduzione. Questo termine evidenzia solo una parte del corpo interessata alla danza, allontanandosi molto dall’idea d’armonia e completezza che ne rappresenta l’essenza.

    La Danza Orientale è molto più di una semplice danza lasciva di seduzione, è una forma d’arte in perfetta armonia con il corpo e le sue leggi, con i suoi movimenti pieni di dolcezza, di grazia e di gioia che coinvolge tutto il corpo e risveglia l’energia femminile, favorendo il crearsi di un armonico equilibrio tra il corpo, la mente e l’anima.

    danza
    la salute della pelvi

    La sapienza della pelvi: un mondo tutto da scoprire

    Un percorso fatto di racconti, conoscenze, esercizi rivolto a donne e uomini per conoscere la propria pelvi e prendersene cura

    Oltre alla struttura e alle funzioni meccaniche, la pelvi, con le sue ossa e i suoi muscoli, rappresenta il
    mondo intimo femminile e maschile.


    Nella donna è il collegamento tra interno ed esterno: il centro di sessualità, fertilità, ciclicità,
    procreazione e nascita ed è quindi fortemente legato a emozioni, istinto, intuizione e accoglienza.
    E’ la parte più vulnerabile e allo stesso tempo più forte della donna.


    Nell’uomo, allo stesso modo sostiene e contiene gli organi viscerali, è la sede della sessualità e della
    fertilità, rapprenta il centro di coraggio, forza e risolutezza.


    La salute pelvica è importante per la qualità della vita sia femminile che maschile, nutre l’autostima, il
    senso di sicurezza e di fiducia.
    Nonostante la forza di queste strutture, nel corso della vita subentrano molte sollecitazioni, soprattutto
    nel corpo femminile.
    Fatica, stress, intensa attività sportiva, tosse, sternuti, sovrappeso, sedentarietà, gravidanza, parto,
    menopausa e andropausa, …. contribuiscono a sollecitare la funzionalità del pavimento pelvico, con la
    comparsa di manifestazioni come incontinenza lieve o grave, dolore nei rapporti sessuali, riduzione del
    desiderio e del piacere sessuale, fastidio e pesantezza, cistiti ricorrenti, prolassi, …


    Cosa fare per prevenire e prendersi cura di queste problematiche?
    – Migliorare il proprio stile di vita, sviluppando maggiore consapevolezza della propria pelvi, prendersi
    cura della colonna vertebrale e dei muscoli e anche delle vie respiratorie. Riconoscere eventuali
    sintomi, intensificare il tono di base e potenziare la tonicità funzionale del pavimento pelvico.
    – Alimentarsi adeguatamente.

    Il percorso “LA SAPIENZA DELLA PELVI: UN MONDO TUTTO DA SCOPRIRE”, condotto da Gaudenzia Caselli, ostetrica, e Sabrina Querella, insegnante di yoga, si prefigge di offrire gli strumenti per ottenere una migliore salute della nostra pelvi.